Tverskoy boulevard

Tverskoy boulevard

*

Non mi chiesi più

se il tuo non importunarmi solito

(raggrinzite cortecce d’ olmi lontani)  

generasse o meno un traverso d’occhio

e se

nell’allinearsi di ciglia come foglie

nere appiccicate al suolo dello sguardo

si rinverdisse per poco

un sorriso appena

una carezza delle gote d’approssimata misura

tentennante

fra c(olmi) e pendenti diritti

nel viale d’alberi assopiti in quel autunno

Stanislaw Wyspianski, (1869-1907) - 1904 Portrait of Ireny Solskiej (National Museum, Poznan, Poland)
Stanislaw Wyspianski, (1869-1907) – 1904 Portrait of Ireny Solskiej (National Museum, Poznan, Poland)

Portami via,

chè ho inteso bearmi delle mosche in letargo

Del coleottero lento

Del ghiaccio imminente

O del biascicar perdono sui baci a fiotti

Tra lingue di foglie  infuocate

Splendore di rosso affranto e poi

d’un blu arrangiato al mauve

Crepuscolo d’interludio quel viale

Sedotto dai seduttori,

ammorbati essi stessi dal loro stesso morbo

mortale.

Federica Galetto

immagine in alto: Alexey Shalaev, Along Tverskoy Boulevard at Dawn

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...