Mirabile

Mirabile insofferenza

Crosta di pane

Reso di pianto (im)placabile

Si, tu sei

estinta nel passato

remoto o dondolante furia

melanconia d’essere stata

Imprecisa fonte d’inquietudine vieni

a me come il mare in tempesta

Dici tra i flutti che sarai digiuna

senza luoghi di tepore da rassettare

Detesti domarti e incrinare la sera

Comprendere che ormai tutto hai avuto

e mai riavrai

Spegni solamente candele di scorta

senza incertezze da bruciare ormai

Più sei diventata meno

Gamba sola di fenicottero rosa

Sbiadite le ombre raccogli

quei teli buttati alla terra

unica traccia di vicende remote

per coprirti ancora

Le ancore del cuore abissi indeformati

alloggiano

laddove senza saresti frutto senza fiore

Federica Galetto

storm

Art@ Valeriane Leblonde

Photo@ The sloop Inn https://www.facebook.com/pages/The-Sloop-Inn/136609619702724

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...