IL BAMBINO CHE SCRIVEVA SULL’ACQUA

Un mio microracconto pubblicato oggi 22 aprile su VDBD. Enjoy.

viadellebelledonne

conchiglia

§

Era il tempo in cui le stelle e le maree si alzavano all’unisono, le conchiglie bianche scavavano solchi morbidi nella sabbia e le poche case del villaggio a ridosso del nero monte Urunga sfilavano davanti agli occhi, ferme nella loro povera forma e sostanza. I cieli aperti di blu cobalto e striati da sfilacci di nubi inconsistenti scivolavano verso l’orizzonte.

Izac, seduto sotto un grande albero di palma scrutava la linea scura del mare. La mareggiata notturna aveva scavato e riempito pozze d’acqua che ora guardavano le nubi specchiandone il passaggio. Izac aveva solo otto anni ma sapeva che il giorno avrebbe portato altre mareggiate e che poco era il tempo che gli rimaneva per scrivere, prima che le onde lunghe inghiottissero ancora ogni anfratto di sabbia. Seduto di fronte all’occhio d’acqua più grande e prossimo alla palma, Izac prese a sfiorare la superficie d’acqua salmastra con la punta…

View original post 298 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...