Archivi categoria: Poesia italiana

Siate felici

BUON 8 MARZO

Il Golem Femmina

Lasciate i condizionali, i sensi di colpa, i bicchieri mezzi vuoti, i fossi alle strade.

Liberatevi delle insonnie, delle prepotenze, degli spazi sempre stretti .

Lasciate squillare i telefoni, arrestate i videocitofoni, gelate i forni.

Liberatevi dalle ruote da spostare, dalle incurie delle voci, dalle vite ignoranti.

Vestitevi di imperativi, di infiorescenze, di pause, di iperboli.

Scendete in piazza, tornate in viaggio, scivolate in amore.

Perdonatevi.

Si può arrivare al cielo da qualunque luogo si parta, lo hanno già scritto.

Siate felici.

Buon Otto Marzo.

View original post

Annunci

Temporali spettri

 

§

Decodifico le ombre
I rombi lontani dei
Temporali spettri
Le luminarie disdicevoli del
Rogo arancio in valle
Pizzico di cumulo
Nembi di cielo caduti
Sui colli la speranza
Trattenuta nelle sacche di
Grandine in solfeggio
Docili istruzioni alle imposte delle finestre
Chiuse dal lago che scivola
Ripetendo il canto
I suoi denti nei miei
Pensieri cumuliformi
E il vento a gridare polveri
Per disossare il prato
Lenta(mente) la mano
Cade nel f(osso)
Che gocciola
Spine d’acqua

Canto d’amore – Love song

Lady of the Forest -LeRegarddesElfes

art@Lady of the Forest by *Le-Regard-des-Elfes

 

greca

 

***

When the rain shouts

from the leaves beyond

the red hill

burning a breath

I yield

while the hidden side of me struggles

across the muddy field

singing old songs

Let the ancient dandelion clock in

Allow the sand of a far beach

to flow in your hand

Oh let me see the gaze

of my lover walking

on the rocky path of a dead moonlight

For we are One

tonight and forever

(the swan gently glides on the water like a feather)

*

Quando la pioggia grida

dalle foglie oltre

la collina rossa

bruciando un respiro

M’inchino

mentre il lato di me nascosto lotta

attraverso il campo fangoso

cantando vecchie canzoni

Lascia entrare l’antica testa del soffione

Permetti alla sabbia d’una spiaggia lontana

di scorrere nella tua mano

Oh mostrami lo sguardo

del mio amato che cammina

sul sentiero roccioso d’un chiaro di luna spento

Perchè noi siamo Uno

stanotte e per sempre

(il cigno lieve scivola sull’acqua come piuma)

 

 

The sky over – Il cielo sopra

viewwithbirds

§

The sky over

a multitude of black

birds like curtains spreading

just a choir singing

a mood dancing

Go out and listen

what’s the meaning of that

cold air tip-toeing

Under the trees the grey air

heaves a sigh and burns

all the wings darkening

the horizon

Let me spread my inner

frequence of the day

into your pupil

like a star dazzled by

the morning light

*

Il cielo sopra

Una moltitudine di neri

uccelli come tende nell’allargare

solo un coro che canta

un umore che danza

Esci e ascolta

qual è il significato di quell’aria

fredda che balla in punta di piedi

Sotto gli alberi

l’aria grigia

sospira e brucia

tutte le ali che oscurano

l’orizzonte

Lasciami spargere la mia frequenza

interna del giorno

dentro la tua pupilla

come una stella accecata

dalla luce del mattino

greca

The red cup

FB_IMG_1533627833691

 

The red cup

This is the end
of a b(rightness)
It points the red cup
Ahead of my fingers
I cross my mind
Mending
The sore heart I own
This empty side
Of myself
It sounds where the reason
Can’t sleep
Orange stains of light
Play through me
Another day is coming
My eyes running fast
In the field

*
La tazza rossa

Questa è la fine
di una s(favillante)
giustezza
Indica la tazza rossa
davanti alle mie dita
Io mi attraverso la mente
rammendando
l’immensa tristezza che possiedo
Questo lato vuoto di me
che suona dove la ragione
non può dormire
Macchie aranciate di luce
mi giocano attraverso
Un altro giorno sta arrivando
I miei occhi corrono veloci
nel campo