Archivi tag: pubblicazioni

Antologia poetica internazionale

luoghi-deuropa-297606

Vi segnalo questa antologia edita da La Vita Felice a cui ho collaborato, curata da Lino Angiuli e Diana Battaggia. Nelle pagine di questa bella antologia, il lettore leggerà forse per la prima volta le lingue vora, cimbra, francone, croata-molisana e ladina o scoprirà che alcuni autori maltesi, italiani, cechi, inglesi, finlandesi e ungheresi possono “dire” di più e meglio se non usano un solo codice, ma ibridano la lingua madre con altre ancora più parziali o, viceversa, con le grandi lingue nazionali europee. Poi piaceranno le capriole virtuosistiche con cui un noto poeta e francesista italiano si sperimenta con un sonetto inglese o un’altra francesista, serba, traduce in italiano una lirica croata, mentre un testo bulgaro viene tradotto in italiano, passando da un originario adattamento russo, o un lituano prima di “diventare” italiano aveva accettato di farsi, prima, inglese, mentre un poeta estone sceglie di non parlare della sua terra, bensì della casa di Montale… E poi ancora testi slovacchi, napoletani, neogreci, rumeni, spagnoli, inglesi, tedeschi, portoghesi e italiani, in un rutilante caleidoscopio di suoni, etimi, accenti e persino alfabeti diversi che fanno l’effetto dei fuochi d’artificio alla fine di una sontuosa cerimonia olimpica.

POETI – LINGUE E TRADUTTORI

LINO ANGIULI – valenzanese, danese

DANIEL BAYERSTORFER – tedesca [trad. Federico Italiano]

RUT BERNARDI – ladina

MARIELLA BETTARINI – italiano e altre lingue

BARBARA CARLE – inglese, europee

GANDOLFO CASCIO – neerlandese, italiana

ŽIVANA ĆEVID-RUMBAK – croata [trad.Milica Marinković]

INARA CEDRINS – inglese [trad. Cosma Siani]

EMILIO COCO – spagnola, italiana, sammarchese

SALVATORE CONTESSINI – italiana, francese, tedesca

VERA LÚCIA DE OLIVEIRA – portoghese

RODOLFO DI BIASIO – italiana

LUSSIA DI UANIS – furlan, slovena, italiana, bisiacca

ERIKA DRUNGYTĖ – lituana [trad. Riccardo Duranti]

ANNA MARIA FARABBI – italiana, altre lingue

OLIVER FRIGGIERI – maltese, inglese, italiana

NICOLA GLIOSCA – na-našu

FRANCESCO GRANATIERO – mattinatese, torinese, europee

ÜLLE KAUKSI – võro [trad. ülar ploom]

TOMASO KEMENY – ungherese, inglese, italiana

JIŘÍ KOUBEK – ceca, francese [trad. Viola Čapková]

FITZGERALD KUSZ – francone [trad. Pia Elisabeth Leuschner]

AINE MACAODHA – inglese [trad. Federica Galetto]

ELIZA MACADAN – rumena, francese

GABRIELA MAGALOVÁ – slovacca [trad. Pavol Koprda]

VALERIO MAGRELLI – italiana, inglese

WANDA MARASCO – napoletana

DANIELA MARCHESCHI – diverse europee

GABRIELLA MONTANARI – diverse europee

HELENE PARASKEVA – greca

ANTONIO PARENTE – finlandese, italiana, latina

ALBERTO PELLEGATTA – spagnola

ÜLAR PLOOM – estone, italiana

VALENTINA RADINSKA – bulgara [trad. Stefania Sini e Mikhail Talalay]

ANTONIA STRINGHER – cimbra

ALEXANDRA ZAMBÀ – greca

http://www.lavitafelice.it/scheda-libro/aavv/luoghi-deuropa-9788877997395-297606.html

Annunci

Le parole sono visioni al di là della soglia – Semi di parole di Elina Miticocchio

Elina Miticocchio, “Semi di parole”, Exosphere Plaquettes 2015, Associazione culturale Exosphere PoesiArtEventi

Il Golem Femmina

semidiparole, elina miticocchio, il golem femminaAcquarello elegante e amorevole è il mondo che racconta la plaquette di Elina Miticocchio “Semi di Parole”. La via è da ritrovare ogni giorno, non la si  perde mai fino in fondo quando giunge la sera e il sogno. I versi vengono chiamati per segnare la terra dove camminano i  sentimenti e tutto il mondo dei propri affetti . Universo e natura rispondono alle parole come visioni al di là della soglia del quotidiano, in un ordine naturale dove “il respiro del mondo” è costruire e consolidare l’affettività,  la bellezza è ovunque nella  commozione diffusa e ricercata fra le piccole e grandi cose . La luce è soffusa, la neve è buona negli occhi, le bambine si aspettano per raccontar loro favole e stelle, i giardini odorano di festa; si cerca un conforto che parla allo spirito, declinandosi nei volti o nelle ombre delle persone più care. Da lontano, nella…

View original post 239 altre parole

Collana Exosphere Plaquettes: “Semi di parole” di Elina Miticocchio

semidiparolecoverEsce per i tipi dell’ Associazione Culturale Exosphere PoesiArtEventi, nella Collana Exosphere Plaquettes, la plaquette di Elina Miticocchio “Semi di parole”: una pubblicazione da collezione, fatta di grani preziosi. Immersa nella luce e nei chiaro-scuri tipici della poetica della Miticocchio, si snoda in un percorso breve, composto da un numero limitato di testi scelti che esaltano tutte le peculiarità della poetica di questa Autrice. Abbarbicati al ricordo infantile dei giochi e delle parole, striati di nuvole e punti neri di rondini nel cielo, i versi brevi si susseguono pervasi da quiete e pressante incalzare di voci e sapori, odori del tempo andato e di vecchie cucine, di presenze ferme nel transito di una bellezza sospesa. Osserva minuzie e ricorda, guidata da una voce che come esterna a sé si svolge, la parola. E mette le ali, le stesse che dentro si aprono sul mondo sensibile, le stesse che suonano campanelli legati ai piedi ed entrano, in territori fatati e domestici fatti di violette, angeli vestiti di carne, tendine di merletto e attese; delle piogge e della neve, di  gesti consumati fra schiocchi di aria e porte sbattute e silenzi. Questa plaquette brilla di lucciole e di margherite a nevicare sui capelli, odora di pane e di terra, di panni asciugati al sole. La madre, il padre, l’amore, la terra d’origine e la gioia della vita, il ricordo, sono trama fatta di un organza finissima, bordata da fili di piombo in  un sogno circolare. La meraviglia s’illumina e balla nel “l’irripetibile lucore dell’assenza”, perché “nell’istante di luce noi siamo sgrammaticate marionette” ,  “il tuo vento è grano bruciato dalla neve”.

E “una parola serbata una nuvola sottile un fiato/tra i capelli di mia nonna/e mi ripete lenta il canto/

il verde dell’erba che incauta/ m’incanta.

Una imperdibile raccolta da collezione dell’autrice di “Per filo e per segno”,  un’altra magia che torna e ritorna, laddove “la meraviglia alberga nel cappello della notte”.

Federica Galetto, 24 giugno 2015

 

Elina Miticocchio, “Semi di parole”, Associazione culturale Exosphere PoesiArtEventi, Collana Exosphere Plaquettes, Giugno 2015, tiratura limitata.

info e prenotazioni: exosphere@virgilio.it

Federica Galetto

il giardino dei poeti

 


Traducendo Einsamkeit

E’ il fuoco che m’attraversa
La redine della corsa non tirata
La molle cesoia del corpo in regime
Ad assaltare le curve prive di vergogna
resisto appena
Compulsiva in tendere assoli urgenti
Cavalli bianchi nell’occhio
Variazioni multiple del colore
(E tu vedevi i miei stessi colori
Allunando nelle pause)
nell’imbuto capovolto e la testa,
la testa in incrocio al bacino esposto
Decine le spinte corrotte
per perdere rotte definite
E’ il fuoco che m’attraversa
Nei mondi abnormi della conta
senza resto e senza risparmio che
riempio
Assecondata dai gesti di filo con trama
fitta
districata a matasse nel ventre
Traducendo Einsamkeit rompo le righe
E mi sbrano contenta
d’essere farfalla tinta nella fiamma
e nella parola che trasmuta
di deserto in valle e filo d’erba tenero
Poiché esistono violetti di corporatura robusta
e verdi sfacciati nei rossi della pelle
e miriadi d’occhi veri che attendono risposte
per…

View original post 664 altre parole